Richiesta Rimborso spese viaggio elettori residente all’estero.

Pubblicata il 25/02/2024

L'ufficio Comunale per la ricezione delle richieste di rimborso da parte degli elettori AIRE, al piano primo del palazzo comunale, aprirà al pubblico nei seguenti giorni e orari:
domenica 25 febbraio 2024, dalle ore 9 alle ore 21.00;
lunedì 26 febbraio 2024, dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18;
 
MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO
Al fine di beneficiare del contributo gli elettori interessati devono recarsi, prima del rientro al Paese estero, presso il Comune per la presentazione della richiesta di erogazione del contributo, da compilare su apposito modulo, corredata della seguente documentazione:
- tessera elettorale vidimata presso la sezione elettorale, attestante l'avvenuta votazione;
- biglietti e carte d'imbarco di andata e ritorno da cui risulti che il viaggio è stato effettuato entro i termini previsti per legge: arrivo non prima di due mesi precedenti la data delle consultazioni e partenza non oltre i due mesi successivi alla data delle consultazioni stesse; in caso di viaggio che preveda la necessità di fare più scali, tali scali non dovranno superare le 24 ore di sosta (salvo il caso in cui la sosta superiore alle 24 ore sia dovuta a cause di forza maggiore o motivi di salute che dovranno comunque essere certificati con apposita documentazione). Per ulteriori approfondimenti si rimanda alla FAQ n. 4.
- documento d'identità in corso di validità;
- codice fiscale;
- Per i cittadini emigrati, iscritti nelle liste elettorali dei comuni della Sardegna, che si recano all'estero per l'esercizio di occupazioni stagionali, nonché per i dirigenti scolastici, docenti e personale amministrativo della scuola collocati fuori ruolo ed inviati all'estero nell'ambito di attività scolastiche fuori dal territorio nazionale, sarà necessario produrre certificazione di residenza all’estero e documento che dimostri l’impiego lavorativo che si sta svolgendo all’estero (es. certificato di residenza rilasciato dall’autorità estera, permesso di soggiorno, carta di identità straniera, bollette di utenze residenziali, copia del contratto di lavoro, ecc.), come previsto nella FAQ n. 3;
- Per i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari rispettivamente del 1961 e del 1963 e per i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero, sarà necessario produrre anche certificazione di residenza all’estero e documento che dimostri l’impiego lavorativo che si sta svolgendo all’estero (es. certificato di residenza rilasciato dall’autorità estera, permesso di soggiorno, carta di identità straniera, bollette di utenze residenziali, copia del contratto di lavoro, ecc.)., come previsto nella FAQ n. 3;
- indicazione codice Iban (Coordinate bancarie) - Bic - Swift – ABA presso il quale l'Amministrazione Comunale effettuerà il bonifico.
Sono ammesse solo le spese di viaggio documentate. L'elettore deve presentare i biglietti (o la stampa del biglietto elettronico), dai quali risulti in modo chiaro ed univoco:
A) il nominativo;
B) la data;
C) la tratta;
D) l'importo.
In caso di viaggio in aereo, è necessario conservare l'originale del tagliando delle carte di imbarco da allegare alla documentazione di viaggio. In caso di carta d'imbarco elettronica, l'elettore dovrà produrre copia informatica o cartacea al comune di iscrizione elettorale.
Le carte d'imbarco relative al viaggio di ritorno, sia cartacee che elettroniche, dovranno essere fatte pervenire dall'elettore, in originale o in copia cartacea o elettronica, a questo Comune al seguente indirizzo mail: protocollo.giba@legalmail.it oppure demografici.giba@tiscali.it  
E' altresì rimborsabile il viaggio in nave (limitatamente al costo dell'elettore, pertanto non verrà rimborsata l'automobile né tutti i costi ad essa collegati, anche se di proprietà), con il bus extraurbano e con il treno. Sono escluse dal rimborso le spese sostenute per pedaggi autostradali, auto a noleggio con o senza conducente o di soggetti terzi, per parcheggi, per uso di taxi, del chilometraggio con mezzo proprio e, appunto, il costo del passaggio auto in nave.
Il biglietto potrà essere cumulativo, ma verranno rimborsati unicamente i costi sostenuti dall'elettore e scorporati i costi eccedenti. Es. se il titolo di viaggio è intestato a due viaggiatori/elettori, il rimborso sarà effettuato rispettivamente nella misura del 50% del totale.
Se il secondo viaggiatore non beneficia della norma (poiché non elettore AIRE) il rimborso del 50% andrà in favore esclusivo dell'elettore. Infine in caso di figli minorenni (paganti) l'importo del biglietto rimborsabile sarà solo quello del soggetto elettore e non dei figli.
Per ottenere il contributo l'elettore deve compiere l'intero viaggio di andata e ritorno nei termini di legge, escludendo la possibilità di contributo per una sola tratta anche se avvenuta nei termini.
La documentazione deve essere compilata dall’elettore (con eventuale supporto del Comune) sui modelli disponibili e consegnati al Comune.
 
MODALITÀ DI RIMBORSO
I rimborsi avverranno esclusivamente mediante bonifico su c/c bancario, italiano o estero intestato all’elettore o cointestato (purché sia presente l’elettore), previa acquisizione e verifica di tutta la documentazione presentata.
Nessun pagamento verrà effettuato in contanti presso questi uffici.
Pertanto, all’atto della presentazione della domanda l’elettore dovrà necessariamente comunicare il nome della Banca, il codice IBAN e se si tratta di conto estero area SEPA (Single Euro Payments Area) o extraSEPA sarà necessario anche lo SWIFT (o BIC), un codice che identifica la banca che riceve il bonifico, ed, inoltre, per pagamenti verso gli USA il codice ABA (codice banca del beneficiario).
Al fine di evitare eventuali disguidi, si consiglia di presentare un documento stampato, contenente le coordinate del conto e ogni altro elemento utile richiesto.
Se il biglietto è stato pagato con moneta diversa dall’Euro (es. STERLINA/DOLLARO) si procede con la conversione della valuta estera in EURO, secondo il “CAMBIO” alla data di svolgimento delle consultazioni elettorali, come previsto nella FAQ n. 8. L’elettore dovrà fornire agli incaricati del servizio elettorale, un proprio recapito telefonico o mail, per eventuali comunicazioni relative all’emissione del mandato e bonifico.

Si raccomandano gli elettori aventi diritto al contributo affinché’ prestino la massima diligenza nel preparare i documenti da presentare all’Ufficio.


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto